lunedì, dicembre 31, 2012

Il lago d'inverno

Dalla sommità di Albano verso Castel Gandolfo, in un soleggiato S. Stefano.


E tanti auguri di buon fine d'anno!

lunedì, dicembre 24, 2012

Vigilia

Quale albero più adatto in una casa di dottorandi, se non quello del tetto della Quaroni, occupato due anni fa? Ci allietava le serate e lo avevamo addobbato con le nostre richieste per un'università migliore. E' rimasto come allora, come anche l'Università...



Qui sotto invece gli addobbi Natalizi di quest'anno! By Luca e Ilaria. Buona Vigilia!!!










sabato, dicembre 22, 2012

22 dicembre 2012

E' il 22 dicembre 2012, il Sole splende su Roma. Siamo ancora qui, alla faccia di chi ha messo in ansia migliaia di persone negli ultimi anni. Una volta tanto uno si deve sfogare un po' anche perché se non si rimarcano queste stupidaggini con un po' di buonsenso tra qualche anno saremo allo stesso punto, con una nuova "profezia" a mettere ansia alla gente. No arriviamo forse dalle paure millenarie del 2000 di qualche anno fa, un anno forse più evocativo no? Eppure negli ultimi anni ho visto tante persone sinceramente preoccupate, se non terrorizzate da quello che poteva accadere ieri. Ebbene cosa è accaduto? Vediamo due liste interessanti, tanto come assaggio. La lista terremoti da http://earthquake.usgs.gov/earthquakes/recenteqsww/. Come ci si potrebbe aspettare molti terremoti, intensità non eccezionali, concentrati sulla cintura di fuoco del pacifico. Niente di strano sotto il Sole insomma...


E la nostra stella cosa ha combinato? L'attività nei raggi X, che è il segnale degli eventi più energetici e pericolosi, è stata bassissima. In questo periodo il Sole è molto molto tranquillo e non sta dando spettacolo.



In conclusione, soprattutto perché molte delle persone che mi chiedevano sinceramente spaventate cosa significasse il 2012 erano bambini delle elementari a cui ho fatto da guida scientifica, dedico, "di pancia", la canzone che trovate in fondo a questa persona qui. Che in Italia di responsabilità in tal senso ne ha davvero tante.




lunedì, dicembre 17, 2012

reD



Di Ilaria Berlingeri - smalto e garze su legno - 2012

lunedì, dicembre 10, 2012

Le ombre lunghe dell'inverno

Fuori fa freddo, tanto freddo per essere Roma. Si sfiorano i 4 gradi e sono le ore centrali della giornata. Ma è dicembre, si va verso il solstizio d'inverno e le giornate con meno ore di luce, anche alle 13 il Sole è basso e proietta ombre lunghe sulla nostra strada.


lunedì, dicembre 03, 2012

lunedì, novembre 19, 2012

domenica, novembre 18, 2012

Not because they are easy, but because they are hard

A volte quando vedi davanti a te delle sfide che si ergono come fossero delle enormi montagne, ecco che arrivano i dubbi. E allora devi ricordarti per quale motivo combatti ogni secondo della settimana, perché quello che fai lo fai proprio perché è difficile ed è una sfida, e ne vale la pena, sempre. Perché quello che conta e fare quel passo in più verso ciò che cerchiamo di capire, e darlo gratuitamente a tutti quelli che chiedono come ci siamo arrivati. Perché l'uomo è curioso, e si migliora soddisfacendo la curiosità per il mondo che lo circonda.



 
We meet at a college noted for knowledge, in a city noted for progress, in a state noted for strength, and we stand in need of all three, for we meet in an hour of change and challenge, in a decade of hope and fear, in an age of both knowledge and ignorance. The greater our knowledge increases, the greater our ignorance unfolds.
Despite the striking fact that most of the scientists that the world has ever known are alive and working today, despite the fact that this Nation's own scientific manpower is doubling every 12 years in a rate of growth more than three times that of our population as a whole, despite that, the vast stretches of the unknown and the unanswered and the unfinished still far outstrip our collective comprehension.

We choose to go to the moon in this decade and do the other things, not because they are easy, but because they are hard, because that goal will serve to organize and measure the best of our energies and skills, because that challenge is one that we are willing to accept, one we are unwilling to postpone, and one which we intend to win, and the others, too.

We set sail on this new sea because there is new knowledge to be gained, and new rights to be won, and they must be won and used for the progress of all people.

And I am delighted that this university is playing a part in putting a man on the moon as part of a great national effort of the United States of America.
Many years ago the great British explorer George Mallory, who was to die on Mount Everest, was asked why did he want to climb it. He said, "Because it is there."
Well, space is there, and we're going to climb it, and the moon and the planets are there, and new hopes for knowledge and peace are there. And, therefore, as we set sail we ask God's blessing on the most hazardous and dangerous and greatest adventure on which man has ever embarked.

Testo completo



lunedì, novembre 12, 2012

Scienza nel tempo libero

Ovvero come divertirsi analizzando un campione di aerogel usando un laser verde per capire le proprietà di scattering. Sotto la magistrale guida del dott. Porchetta!

lunedì, novembre 05, 2012

lunedì, ottobre 29, 2012

L'autunno è arrivato, e con lui tanti funghi!

Consoliamoci dell'anticipato tramonto alle 17 con delle belle immagini fungose. Infondo il tramonto anticipato di un ora significa anche un'ora di osservazione del cielo notturno in più! Se però, come me, soffrite di astinenza da ora legale, guardate al lato positivo della stagione, sperando magari che i cugini dei funghetti qui sotto si trasformino in buon risotto!



lunedì, ottobre 15, 2012

lunedì, ottobre 01, 2012

Linea d'ombra montana

Tramonto dietro le montagne valdostane. L'ombra della montagna si staglia nell'aria mentre la scia di un aereo, ancora illuminata dal Sole, si incendia sullo sfondo

lunedì, settembre 24, 2012

Ultimo tramonto estivo sul mare

In questa prima giornata d'autunno, eccovi uno degli ultimi tramonti sul mare estivo. Scattata da una spiaggia di Vulcano 3 giorni fa durante una fantastica settimana di studio e mare per una scuola di dottorato su Sole e Planetologia.


Foto bonus della stessa sera







lunedì, settembre 10, 2012

lunedì, agosto 27, 2012

Mare di mercurio

Il sole, il mare, lo scoglio dell'ulivarella e qualche giochino con il filtro polarizzatore. Mare di mercurio, Palmi, luglio 2012.


lunedì, agosto 20, 2012

Riflessi familiari


Potete intravedere il fotografo vestito di rosso riflesso negli occhi azzurri di suo padre. Il contrasto di colori è favoloso!

lunedì, agosto 13, 2012

Aosta

In questo momento dovrei trovarmi da queste parti. La foto è di repertorio, risale al viaggio fatto in Scozia nel 2007. Voi direte, che c'entra la Val d'Aosta con la Scozia? Semplice, basta arrivarci in macchina passando per il nord Italia!


sabato, agosto 11, 2012

Catarsi

 
Ultima sera al mare prima del viaggio di ritorno. Sono le tre, il falò si sta per spegnere ma ci sono talmente tante braci calde che scaldarsi non è problema. Entri in acqua, è un brodo, caldissima, e ti culla. Sotto di te il mare è solcato da puntini luminosi, più muovi l'acqua e più se ne accendono: è plancton. Sopra un cielo meraviglioso ti accoglie, solcato dalla falce di luna all'ultimo quarto sorta da poco e che solo qualche ora prima era di un rosso sangue sull'orizzonte. Ti immergi del tutto nell'acqua, segui la linea che divide il mare dal cielo subito sotto il pelo del mare mentre fai il morto a galla. Le orecchie immerse, senti lo sciabordio del mare ovattato. Sopra di te sei contornato di stelle, sotto di te anche, poco importa che sopra sia la via lattea ad illuminarti e sotto il plancton. Il momento è perfetto: sembra di essere nel ventre dell'universo, coccolati.


09/08/2012 Marina di Caulonia


Nota scientifica: il plancton il questione è il Noctiluna Scintillans un dinoflagellato bioluminescente. Per la foto qui sopra ringrazio il National Geografic. Quella che segue invece siamo noi con la chitarra :)





Becoming large

Il blog si allarga! Ora è ottimizzato per una larghezza di 1800 px, post più larghi e foto più grandi. Ci sono anche alcune piccole modifiche grafiche come il nuovo badge di anobii e la nuova immagine della galassia (deriva dalle stesse foto ma l'avevo rimaneggiata, ricordate?) più altre piccole cose. Altre se ne aggiungeranno a breve! A presto.

lunedì, agosto 06, 2012

Gattini

Non c'è modo migliore per attirarsi le simpatie della rete: foto di gattini! Questo qui abita nelle campagne di Carchitti ed è un nuovo arrivato!


domenica, agosto 05, 2012

Curiosity sta per ammartare!




Incrociate le dita perché domani il più grande rover spaziale di sempre dovrebbe atterrare su Marte. Visto che statisticamente il successo di queste missioni è intorno al 50% non resta che sperare che tutto vada bene!


lunedì, luglio 30, 2012

Vacanze a Caulonia


Quando leggerete questo post sarò già in vacanza al tanto agognato mare calabrese di Caulonia, gentilmente ospitato dai Berlingeri :)

Visto che Google ci fornisce questo favoloso strumento che è la pubblicazione programmata, la rubrica settimanale APOM non va in vacanza e continuerà ad inondare di mie foto la rete! :P
Per tutto il mese di agosto sarò off-line, afk, non raggiungibile, o come si suol dire in vacanza, ma comunque potete sempre venire qui e vedere quello che vi ho preparato!

In questo scatto del 2008 una nostra corsa verso il mare per l'ultimo bagno della giornata. Qui sotto invece una foto del 2009, un auspicio che io possa ritrovare ancora una volta i miei amici pennuti con cui invadere la cartella "Caulonia 2012".


lunedì, luglio 23, 2012

Cuppolone in rosso, again


Succede due volte l'anno, perché non festeggiare pubblicando di nuovo questa coincidenza monumental-astronomica sull'APOM? Non c'è motivo e quindi eccovela :)

mercoledì, luglio 18, 2012

Via Lattea, angolo costellazione del Cigno

Come nel precedente post, vi propongo un'immagine dai miei archivi astronomici. Questa volta si tratta di una parte della Via Lattea, nella zona della costellazione del Cigno, scattata sempre da Sacramento Peak (New Mexico) nell'ottobre 2010.

L'immagine è stata ottenuta sommando insieme 14 scatti distinti (ISO 1000, 8 s di esposizione con un obiettivo da 50 mm a f 1.4). Per prima vi mostro quindi una della 14 immagini così come è stata scattata.


Qui sotto invece la stessa immagine bilanciata in luminosità con le curve di luce, per esaltare la parte con la Via Lattea.


Infine la somma delle 14 immagini (opportunamente ruotate e traslate con IRIS, le foto sono state fatte con il cavalletto, senza compensare il movimento del cielo). Anche in questo caso le curve di luce sono state modificate ed ho anche operato sul bilanciamento dei colori per eliminare la dominante rossiccia dovuta alla luce di fondo cielo.



Si possono notare 4 stelle molto luminose bluastre (le più grandi e luminose, campeggiano su buona parte del lato destro dell'immagine) che costituiscono la coda del Cigno.